I peggiori crimini commessi da corporation nel 2015

In un tweet: [bctt tweet=”I peggiori crimini commessi da corporation nel 2015. Posto d’onore a banche e finanza”] Secondo Alternet, nel 2015 non c’è stato ...

Di Claudia Vago

In un tweet: [bctt tweet=”I peggiori crimini commessi da corporation nel 2015. Posto d’onore a banche e finanza”]
Secondo Alternet, nel 2015 non c’è stato nessun cenno di riduzione nei reati commessi dalle grandi corporation.
Società petrolifere continuano a pagare multe salatissime per sistemare piccoli disastri, come quello della Deepwater Horizon che ha coinvolto la British Petroleum, Volkswagen sta affrontando una responsabilità probabilmente ancora più grande per via del suo piano per eludere le norme sui limiti di emissioni.
E non sono i soli: altri fabbricanti di automobili o di parti di esse sono stati multati per aver violato norme di sicurezza. 900 milioni di dollari di multa (e perseguimento penale) per la General Motors, 200 milioni per la giapponese Takata, produttrice di airbag, 105 milioni e 70 milioni per Fiat Crysler e 70 milioni per Honda.
E poi cibi contaminati, adulterazione di medicinali… la lista è lunga e Alternet l’ha riassunta in 17 peggiori crimini commessi da multinazionali del 2015. In questa lista un post d’onore va a banche e istituti finanziari.
Le principali banche hanno continuato a pagare ingenti penali per risolvere una serie di problemi legali. Cinque banche (Citigroup, JPMorgan Chase, Barclays, Royal Bank of Scotland e UBS) hanno dovuto pagare un totale di 2,5 miliardi di dollari al Dipartimento di Giustizia e 1,8 miliardi alla Federal Reserve in relazione alle accuse di avere cospirato per manipolare i mercati dei cambi. Il caso DOJ era insolito nel senso che le banche hanno dovuto inserire dichiarazioni di colpevolezza, ma non è chiaro se questo abbia impedito loro di funzionare normalmente.
Ed ecco alcuni esempi:
1. Pratiche finanziarie ingannevoli. Il Consumer Financial Protection Bureau (CFPB) ha multato Citibank per 700 milioni di dollari per  la commercializzazione ingannevole di prodotti aggiuntivi su carte di credito.
2. Imbroglio ai depositanti. Citizens Bank è stata multata per 18,5 milioni di dollari dal CFPB per avere intascato la differenza quando i clienti compilavano erroneamente distinte di versamento per importi inferiori alle somme effettivamente trasferite.
3. Violazione di sanzioni. Deutsche Bank è stata multata per 258 milioni di dollari per violazioni connesse a transazioni eseguite per conto di Paesi (come Iran o Siria) e entità soggette a sanzioni economiche da parte degli Stati Uniti.
Chissà se andrà meglio nel 2016.
Foto: “Money Cash” by Jericho – http://2bgr8stock.deviantart.com/art/Money-Cash-113445826. Licensed under CC BY 3.0 via Wikimedia Commons.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile