Dopo il paracadute d'oro, ecco il benvenuto d'oro

Non solo paracaduti d’oro, ora per gli alti dirigenti arrivano anche i benvenuti d’oro. Un’accoglienza da 25 milioni di franchi svizzeri, circa 20 milioni ...

Di Claudia Vago

Non solo paracaduti d’oro, ora per gli alti dirigenti arrivano anche i benvenuti d’oro.
Un’accoglienza da 25 milioni di franchi svizzeri, circa 20 milioni di euro. Ecco cosa aspetta Andrea Orcel quando prenderà il suo posto a capo della banca di investimento di UBS.
Vi sembra di ricordare che poche settimane fa gli Svizzeri hanno votato un referendum per regolare più strettamente le remunerazioni dei dirigenti d’impresa?  In effetti è così: il 3 marzo scorso il 67,9% dei cittadini svizzeri aveva votato per far sì che gli stipendi dei top-manager fossero decisi dall’assemblea degli azionisti – e non solo dal consiglio di amministrazione – e per abolire l’uso dei paracadute d’oro che sono ora illegali.

UBS giustifica questa decisione come «compensazione della perdita di salario accettata da Andrea Orcel nel suo passaggio da Bank of America a UBS, il 1 novembre 2012».
Questo “premio di benvenuto” sarà composto di 6,5 milioni di franchi svizzeri in contante e di 18,5 milioni in azioni UBS. Il versamento sarà scaglionato in tre anni, fino al 2015.
Non avete anche voi la sensazione di aver sbagliato lavoro?

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile