HSBC riciclava denaro del narcotraffico: per GlobalWitness i dirigenti devono affrontare la prigione

Traduzione del comunicato stampa di GlobalWitness. Oggi, la più grande banca europea, HSBC, ha annunciato che pagherà 1,9 miliardi dollari per risolvere le accuse di aver ...

Di Claudia Vago

Traduzione del comunicato stampa di GlobalWitness.
Oggi, la più grande banca europea, HSBC, ha annunciato che pagherà 1,9 miliardi dollari per risolvere le accuse di aver riciclato soldi per i cartelli di droga, terroristi e Stati paria. Più o meno nello stesso periodo in cui HSBC non è riuscita a controllare se i dollari che arrivavano dal Messico agli Stati Uniti provenivano dalla droga, 47.000 persone sono morte per mano dei trafficanti di droga messicani.
“Le multe da sole non cambieranno il comportamento delle banche: le probabilità di essere scoperti sono relativamente piccoli e gli utili potenziali accettando clienti dubbi sono troppo grandi. Le multe sono viste come un costo di fare business “, ha detto Rosie Sharpe, attivista di Global Witness.
“Invece, le autorità di regolamentazione dovrebbero considerare legalmente responsabili i banchieri per il riciclaggio operato dalle loro banche. Per lo meno, ai banchieri dovrebbe essere impedito di lavoro nel settore, un po’ come i medici possono essere radiati. I bonus devono essere recuperati e, nei casi più gravi, i banchieri devono affrontare la prigione”, ha detto Sharpe.
Secondo il presidente della sottocommissione del Senato statunitense, la cultura di HSBC era “pervasivamente inquinata”. Il numero dei cartelli della droga in Messico rende molto rischioso il riciclaggio di denaro. HSBC Messico aveva clienti ad alto rischio e ha offerto prodotti a alto rischio, come conti in dollari alle Isole Cayman. Nonostante questo, HSBC US ha trattato la sua filiale messicana come una a basso rischio. Il risultato è che le operazioni messicane di HSBC hanno mosso 7 miliardi di dollari in contanti negli USA tra il 2007 e il 2008. Invece di perseguire i banchieri, tuttavia, il Dipartimento di Giustizia americano ha stipulato un “accordo di differimento dell’accusa” con la banca, in cui alla banca è essenzialmente concessa l’immunità da procedimenti giudiziari in cambio di fare quello che avrebbero dovuto fare tutti insieme. “Se ti beccano con le mani nel sacco vai in galera, ma se sei una grande banca e sei stato colto a infrangere la legge, sembra che tutto quello che può succedere è che vieni multato e ti viene detto che andrai in galera se lo fai di nuovo “, ha detto Sharpe.
La Home Affairs Select Committee britannica ha detto nei giorni scorsi che le multe contro le banche che hanno aiutato il riciclaggio di denaro derivato dal traffico di droga non sono sufficienti. La commissione ha raccomandato venga considerata la responsabilità penale personale per coloro che detengono le posizioni più alte in banche coinvolte nel riciclaggio di denaro.
Oltre a perseguire i dirigenti di HSBC, i bonus dovrebbe essere recuperati. Lord Green è stato nominato amministratore delegato di HSBC nel 2003 e presidente nel 2006, ed è ora il ministro del Commercio britannico. “Stimiamo che Lord Green abbia intascato più di 25 milioni di sterline in bonus e azioni durante la sua permanenza presso HSBC, nonostante il fatto che i criteri della banca stessa per assegnare bonus hanno lo scopo di tenere in conto la conformità a standard etici; deve restituire i soldi” ha detto Sharpe.
HSBC accettato la responsabilità per i suoi errori del passato e ha dichiarato di aver cambiato completamente il suo approccio all’anti-riciclaggio di denaro. La banca sarà monitorata dal Dipartimento di Giustizia per la durata quinquennale del contratto.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile