Il livello dei mari cresce più velocemente rispetto alle stime Onu

Secondo uno studio di un gruppo di ricercatori tedeschi, il surriscaldamento globale potrebbe portare ad un innalzamento del livello dei mari di un metro entro ...

  Il livello dei mari cresce ad una velocità del 60% superiore rispetto a quella ipotizzata nel 2007 da un gruppo di esperti delle Nazioni Unite, il Giec. A spiegarlo è stato questa mattina uno studio scientifico tedesco, pubblicato sulla rivista britannica "Environmental Research Letters", che ha indicato in 3, 2 millimetri all’anno l’innalzamento attuale. Mentre la previsione del Giec, che si basava su dati del 2003, aveva indicato 2 millimetri.

Il gruppo Onu aveva inoltre spiegato che, sulla base di tale velocità, il livello dei mari sarebbe cresciuto tra i 18 ed i 59 centimetri entro la fine del secolo, a causa – come noto – del surriscaldamento globale. Secondo lo studio tedesco, coordinato da Stefan Rahmstorf dell’Istituto di ricerca sull’impatto del cambiamento climatico di Potsdam, questa cifra potrebbe superare il metro

«Ciò implica che le zone situate a meno di un metro al di sotto del livello del mare, anche aree in cui vi è una grande concentrazione di popolazione, come ad esempio in Bangladesh, spariranno – ha dichiarato uno degli autori all’agenzia Ats -. Si genereranno così centinaia di milioni di rifugiati climatici, così come possibili guerre per l’accesso alle risorse. E per città come New York, gli effetti attesi sono probabilmente quelli che abbiamo visto con l’uragano Sandy».