Ambiente

Nuova Caledonia, la barriera corallina in pericolo

Un episodio definito «massiccio e inedito» di sbiancamento dei coralli è stato registrato in Nuova Caledonia. Si tratta di una grave minaccia per la barriera,   dal ...

Di Andrea Barolini
Corallo nel Biscayne National Park, Florida ( USA). Foto di John Brooks [Public domain], attraverso Wikimedia Commons

Un episodio definito «massiccio e inedito» di sbiancamento dei coralli è stato registrato in Nuova Caledonia. Si tratta di una grave minaccia per la barriera,   dal momento che il fenomeno risulta distruttivo per l’ecosistema. «Finora avevamo registrato degli episodi di lieve entità, peraltro localizzati e che non avevano colpito alcuna specie», ha spiegato l’Istituto francese per la Ricerca e lo Sviluppo in un comunicato.

 

Da qualche settimana a questa parte, gli scienziati – assieme a delle associazioni locali – hanno constatato invece uno sbiancamento la cui ampiezza non era mai stata registrata, e che colpisce un’area particolarmente vasta, soprattutto in prossimità delle coste. La ragione, spiegano i ricercatori, va attribuita con ogni probabilità al caldo eccessivo registrato nella zona: «Le condizioni climatiche anomale che vive la Nuova Caledonia ormai da parecchi mesi sono verosimilmente alla base del fenomeno», ha dichiarato uno di loro all’agenzia Afp.

 

©John Brooks/Wikimedia Commons
©John Brooks/Wikimedia Commons

 

L’estate ha infatti registrato picchi della colonnina di mercurio particolarmente elevati per la nazione situata nel Pacifico sud-occidentale, con temperature anche superiori ai 35 gradi. Per questo le autorità locali hanno lanciato un programma di sorveglianza specifico, al fine di analizzare il fenomeno in atto e, più in generale, l’impatto dei cambiamenti climatici sulla barriera.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile