Regole più severe e requisiti più alti per le banche svedesi

Le banche svedesi, già soggette a norme tra le più strette in materia di capitale, potrebbero dover rispondere a requisiti ancora più alti poiché il ...

Le banche svedesi, già soggette a norme tra le più strette in materia di capitale, potrebbero dover rispondere a requisiti ancora più alti poiché il governo intende proteggere l’economia e la finanza pubblica da crisi future.
Il ministro delle finanze Peter Norman ha proposto lunedì una serie di misure che hanno lo scopo di rafforzare la stabilità del settore bancario della più grande economia nordica. Tra queste, maggiori strumenti all’autorità di supervisione finanziaria e incaricando il regolatore di supervisione, secondo quanto dichiarato in una nota.
«Oltre a queste misure per formare un quadro più rigoroso di regole più severe per le banche potrebbe essere necessario affinare ulteriormente i requisiti sul settore finanziario in futuro – Norman ha scritto in un articolo pubblicato da quotidiano Dagens Nyheter lunedì – Questo potrebbe, ad esempio, includere regole patrimoniali più elevati per le banche».
Anche se nessuna delle banche svedesi è fallita nella crisi finanziaria, il settore è visto come un punto di pressione potenziale, perché sminuisce l’economia domestica con un patrimonio di circa quattro volte la dimensione della produzione annuale ed a causa di alti livelli di indebitamento delle famiglie.
Dalle banche, per ora, nessun commento.