Altri Valori

Una guida per “hackerare” il sistema finanziario

"Guida eretica alla finanza globale": l'autore del libro, Brett Scott, lavora per due anni come broker per immergersi nel sistema finanziario. E tentare poi di ...

Di Domenico Villano
La cover del libro, in libreria dal 15 giugno

Tra i giganti di vetro e acciaio della City di Londra spesso soffia un vento intenso, i passanti si coprono il volto per proteggersi dalla polvere e dalla luce accecante del sole, riflesso sugli edifici. Passando dinanzi al Walkie Talkie, uno dei nuovissimi grattacieli di Fenchurch Street, pare di stare invece in una sauna; gira voce che il riflesso del sole, sul grattacielo al numero 20, abbia addirittura sciolto la carrozzeria di una Jaguar parcheggiata lì di fronte. Il calore improvviso, il vento, le luci accecanti e la polvere disorientano i passanti e li spingono a cercare una via di fuga. Sensazioni e reazioni paragonabili a quelle di milioni di cittadini quando sentono parlare delle persone che abitano quegli stessi giganti di vetro della City. Cosa faranno lì dentro quei businessman in abito scuro? Quanto sono ricchi? Come diavolo funziona questo mondo finanziario?

Un sistema dai meccanismi sconosciuti

Ascoltando le notizie alla televisione, sale un senso di frustrazione, si parla di borsa, titoli, derivati, profitti, del “sentiment” dei mercati, senza che si dia l’opportunità al cittadino di capirci effettivamente qualcosa. La vita diventa sempre più complicata, tra salari da fame, contratti precari, e debiti che si accumulano, ma, ascoltando gli esperti alla TV, pare che l’unico vero problema sia mantenere la fiducia dei mercati.

La frustrazione cresce e a volte si trasforma in rabbia: c’è chi protesta sotto a quegli stessi grattacieli, chi propone di mandare tutti quei broker e banchieri a casa o meglio in galera. C’è sicuramente qualcosa di sbagliato in quel sistema; qualcosa da cambiare da cima a fondo, ma cosa? Cosa proporre come alternativa? Perfino i più impegnati tra gli attivisti, con le dovute eccezioni, non sanno cosa effettivamente succede dietro quelle porte girevoli, come funziona quella giostra impazzita.

Entrare nel sistema per “hackerarlo”

Nel 2008, Brett Scott, un antropologo sudafricano, impegnato da anni nella lotta alla finanza speculativa, decise che era ora di cambiare metodo. Bisognava tentare di combinare “l’atto di ribellione con un atto di ricablaggio creativo”, hackerare il sistema finanziario per trasformarlo. Da buon antropologo, abituato a studiare tribù e subculture, Scott capì che, per hackerare il sistema, era necessario innanzitutto sviluppare empatia verso gli uomini e le donne che popolano quei grattacieli e curiosità verso il mondo della finanza.

Decise dunque di immergersi nel mondo finanziario, lavorando per due anni proprio come broker di titoli derivati. A prima vista può sembrare assurdo che un attivista inizi a lavorare come speculatore, ma a pensarci bene è una scelta coerente: come un hacker informatico deve conoscere il funzionamento di hardware e software, così l’hacker finanziario deve conoscere il mondo della speculazione. Infatti, proprio grazie all’esperienza acquisita in quei due anni da broker, Scott si è saputo reinventare come pioniere della finanza alternativa: un mondo in continua espansione che contamina la finanza con l’ecologismo, la giustizia sociale, la tecnologia e la sharing economy.

Da pochi giorni è in libreria la sua irriverente “Guida eretica alla finanza globale”, un libro pieno di energia, in cui Scott accompagna il lettore alla scoperta del mondo finanziario utilizzando un linguaggio semplice e accessibile. Il concetto dell’Hacking è il filo conduttore del testo: hackerare per Scott non significa violare un sistema per compiere atti criminali, ma smontare le cose, vedere come funzionano e quindi sfruttare le conoscenze acquisite, per rimontare le cose in modo diverso.

Un libro per cambiare

Il libro di Scott è una risorsa preziosa per tutti gli attivisti, ecologisti e i cittadini che vogliono iniziare a capirci qualcosa di finanza e che desiderano impegnarsi in qualche modo per trasformare questo settore. Allo stesso tempo il testo può essere utile a tutti coloro che, in un modo o nell’altro, fanno girare la giostra della finanza casinò e che vogliono cambiare vita. Le felici esperienze di finanza etica e sostenibile, in continua espansione in Italia e in Europa, sono la prova del fatto che un modo diverso di gestire il denaro è possibile ed è anche sostenibile sul piano finanziario. Proprio per questo la Fondazione Finanza Etica ha deciso di dare il proprio contributo per la traduzione del testo di Brett Scott (realizzata da Altreconomia), con la speranza che questo testo possa entusiasmare giovani e meno giovani ed incoraggiarli ad attivarsi, per riportare la finanza al servizio della collettività.

“Guida eretica alla finanza globale. Hackerare il futuro del denaro”, Brett Scott. Prefazione dell’autore all’edizione italiana. Con un intervento di Andrea Baranes, della Fondazione Finanza Etica, 256 pagg., 14,00 euro. Disponibile in libreria e su altreconomia.it.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile