Bio boom: +20% di superficie coltivata in un anno

Bio boom confermato e agricoltura del futuro che sempre più segue la rotta del biologico. E anche se la notizia, forse perché uscita ai primi ...

FLCG 2017 – web quality – 11 – cibo, salute e diritti. Frutta e verdura

Bio boom confermato e agricoltura del futuro che sempre più segue la rotta del biologico.

E anche se la notizia, forse perché uscita ai primi di agosto, non ha fatto il rumore che crediamo meritasse, fa impressione scoprire che dal 2015 al 2016, quindi in un solo anno, le superfici agricole coltivate col metodo biologico sono cresciute in Italia del 20%.

Il dato, che emerge dalle anticipazioni alle statistiche 2017 elaborate dal SINAB – Sistema d’Informazione Nazionale sull’Agricoltura Biologica, conferma l’andamento del primo semestre e registra che gli ettari di superfici coltivate con metodo biologico in Italia nel 2016 hanno raggiunto quota 1.795.650, rispetto agli 1,5 milioni del 2015. Un bel salto (oltre 300 mila ettari convertiti al bio in 12 mesi), favorito dal fatto che anche gli operatori aumentano di una percentuale quasi equivalente, salendo a 72.154 (+20,3%).

Ortaggi (+48,9%), cereali (+32,6%), vite (+23,8%) e olivo (+23,7%) sono state le colture che maggiormente hanno contribuito all’exploit, mentre, guardando alla distribuzione regionale delle maggiori estensioni coltivate a bio, la Sicilia batte tutti con 363.639 ettari, seguono Puglia (255.831) e Calabria (204.428).

Una chiara conseguenza della domanda di alimenti sani e sicuri da parte dei consumatori, e una necessaria maggiore responsabilità in più che tutto il settore dovrà reggere per garantire la trasparenza e credibilità del biologico in Italia.