Ambiente

Canada, le sabbie bituminose inquinano come Città del Messico

Lo rivela uno studio dell’istituto Environnement Canada: l’estrazione di petrolio produrrebbe tra le 45 e le 84 tonnellate di particolato ogni giorno

Di Andrea Barolini
©Jungbim/Wikimedia Commons

Le sabbie bituminose del Canada emettono tanto inquinamento quanto una metropoli come Città del Messico o come Parigi. A spiegarlo è uno studio dell’istituto Environnement Canada, che punta il dito in particolare contro le emissioni di polveri sottili legate all’estrazione di petrolio. Secondo l’analisi, infatti, sarebbero tra 45 e 84 le tonnellate di particolato che vengono disperse nell’atmosfera ogni giorno.

Dalle sabbie bituminose un aerosol nocivo

In particolare, a preoccupare sono i siti presenti nella regione di Fort McMurray, nella provincia dell’Alberta, dalle quale si disperde un pericoloso «aerosol organico secondario» particolarmente nocivo per la salute della popolazione circostante. La presenza di tali agenti, spiega lo studio, è infatti collegata ad alti tassi di malattie polmonari e cardiache.

«La nostra ricerca suggerisce che si dovrebbe tenere conto di questo tipo di agenti inquinanti nelle valutazioni sull’impatto ambientale delle attività di estrazione, non solo in Canada ma ovunque nel mondo», hanno spiegato i ricercatori autori dell’analisi.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile