Ambiente

Francia, Fessenheim diventerà una fabbrica Tesla?

La Francia e la Germania stanno riflettendo su un programma di riconversione industriale della centrale nucleare di Fessenheim, una delle più vecchie del parco nucleare ...

Di Andrea Barolini
By Guillaume Paumier (user:guillom) (Own work) [CC BY 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons

La Francia e la Germania stanno riflettendo su un programma di riconversione industriale della centrale nucleare di Fessenheim, una delle più vecchie del parco nucleare transalpino, contro la quale organizzazioni ecologiste come Greenpeace hanno da tempo puntato il dito. La chiusura del sito è infatti prevista entro un paio di anni, e secondo quanto annunciato dal ministro dell’Ambiente francese, Ségolène Royal, l’area potrebbe trasformarsi in una fabbrica per veicoli elettrici della Tesla.

 

By Guillaume Paumier (user:guillom) (Own work) [CC BY 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)],   via Wikimedia Commons
By Guillaume Paumier (user:guillom) (Own work) [CC BY 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/3.0) or GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html)], via Wikimedia Commons

«Ho chiesto ai tedeschi, che hanno accettato, di lavorare insieme alla trasformazione del sito», ha spiegato il membro del governo di Manuel Valls domenica, aggiungendo che della questione hanno già parlato anche il ministro dell’Industria di Berlino e quello dell’Economia di Parigi. Secondo quanto riferito dalla stessa Royal, l’idea di installare una fabbrica Tesla sarebbe proprio della Germania, dettata da un lato dalla necessità di creare un precedente virtuoso per la riconversione del nucleare, dall’altro dalla volontà di sfruttare un mercato mondiale in ascesa, quello appunto delle auto elettriche. In questo modo si potrebbe garantire un futuro alle circa 1.100 persone che impiega oggi la centrale nucleare.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile