Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Fukushima, conferenza dell’IAEA e contro-manifestazioni

Nella prefettura di Fukushima si incontreranno da sabato a lunedì ministri e rappresentanti di 50 Stati. I militanti anti-nuclearisti si daranno appuntamento per una contro-conferenza, mentre ...

  Si aprirà domani nella regione della centrale di Fukushima una conferenza ministeriale internazionale sulla sicurezza nucleare. Il principale obiettivo dell’incontro – spiega l’Agenzia internazionale dell’energia atomica (IAEA), che co-organizza l’evento insieme al governo di Tokyo – è di comprendere a fondo la lezione del disastro dell’11 marzo del 2011, e di migliorare la sicurezza in tutto il mondo. 

I lavori nella cittadina di Koriyama, a circa 60 chilometri dal luogo del drammatico incidente, si protrarranno fino a lunedì e vedranno la partecipazione di ministri e rappresentanti di circa 50 nazioni e organizzazioni, affiancati da una serie di esperti del settore. A margine della riunione, l’IAEA potrebbe siglare con la prefettura di Fukushima un accordo sulla bonifica e la decontaminazione dell’area

Al contempo, gruppi di militanti anti-nuclearisti si sono dati appuntamento per una contro-manifestazione internazionale sul tema dell’uscita del Giappone dall’energia atomica. E anche i sindaci locali contrari al nucleare si incontreranno sabato a Koriyama. Lo stesso giorno, è prevista una grande manifestazione, intitolata “Nuclear free Now” a Tokyo.