Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Fukushima, proteste contro le decisioni dei giudici sui responsabili

A tre anni dal peggior disastro nucleare dai tempi di Chernobyl, per la giustizia non ci sono colpevoli, perché un terremoto di tale violenza non ...

  Qualche centinaio di persone hanno manifestato sabato a Tokyo contro la decisione della giustizia giapponese di abbandonare le indagini nei confronti dei responsabili della catastrofe di Fukushima . Nel 2012, 15 mila persone avevano intentato un’azione legale contro il governo nipponico e contro la Tokyo Electric Power , la società che gestiva (e gestisce ancora) la centrale nucleare. La magistratura, tuttavia, ha deciso di non avanzare alcuna accusa nei confronti dei responsabili: secondo i giudici un terremoto violento come quello dell’11 marzo 2011 non era prevedibile.  

A tre anni dal peggior disastro nucleare dai tempi di Chernobyl, inoltre, ufficialmente non esistono decessi che siano considerati una conseguenza diretta delle emissioni radioattive sprigionate in seguito all’incidente. Eppure secondo statistiche pubblicate la scorsa settimana – riferisce l’agenzia AFP – sarebbero 1.656 le persone decedute a causa dello stress o per altre malattie legate alla catastrofe (ci sono stati anche casi di residenti che si sono tolti la vita per paura delle radiazioni). Senza contare che decine di migliaia di persone non possono ancora tornare nelle loro case: secondo gli scienziati alcune aree potrebbero essere definitivamente abbandonate

News prcedenti sullo stesso argomento:

Nucleare

Fukushima: ancora una fuga di acqua radioattiva

Nucleare

Il costo di una Fukushima in Europa? 430 miliardi di euro

Banche

Giappone, la banche valutano un nuovo salvataggio di Tepco