Ambiente

Fukushima: un mini robot sottomarino nel reattore

A un piccolo robot sottomarino soprannominato “The little sunfish” è stato affidato il compito di cercare tracce del combustibile fuso nel reattore numero 3 della centrale di ...

Di Corrado Fontana
robot The little sunfish per esplorare il reattore di Fukushima. Fonte: International Research Institute for Nuclear Decommissioning
robot The little sunfish per esplorare il reattore di Fukushima. Fonte: International Research Institute for Nuclear Decommissioning

A un piccolo robot sottomarino soprannominato “The little sunfish” è stato affidato il compito di cercare tracce del combustibile fuso nel reattore numero 3 della centrale di Fukushima, colpita da uno tsunami l’11 marzo 2011.

Alcuni giorni fa l’immersione nelle strutture danneggiate ma senza trovare il bersaglio all’interno della camera primaria di contenimento del reattore, sommersa da acqua altamente radioattiva fino a 6 metri di profondità: le immagini non contenevano infatti alcun segno evidente del combustibile nucleare fuso, e il robot è stato lasciato all’interno del reattore per proseguire le indagini più in profondità.

L’operazione rientra nell’annunciata strategia di utilizzo dei robot per avvicinarsi al nucleo dei reattori e alle aree contaminate, e questo robot è stato sviluppato insieme da Toshiba e dall’International Research Institute for Nuclear Decommissioning. Il robot, circa della dimensione di una pagnotta, è dotato di luci e, radiocomandato, manovra grazie a cinque eliche, raccogliendo dati e immagini con due telecamere e un dosimetro.

 

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile