Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Good news : in Nuova Caledonia, i coralli proliferano

Il sito protetto, uno dei più preziosi al mondo, risulta ben conservato. Un recente censimento scientifico conferma dati incoraggianti.

Buone notizie : mentre l’Unesco si dice preoccupata per lo stato di salute della Grande barriera corallina in Australia , in Nuova Caledonia la specie risulta essere ben protetta. «Sulla zona considerata patrimonio mondiale dell’umanità a partire dal 2008, i coralli stanno globalmente bene, così come i pesci», ha spiegato all’agenzia AFP Mylène Aifa, presidente del comitato di gestione della zona costiera.  

Il sito protetto – che si estende per oltre 15 mila chilometri quadrati e ospita più di 300 specie di coralli, 1.600 di pesci e decine di uccelli e mammiferi marini – costituisce una delle riserve di biodiversità più importanti al mondo. Recentemente, la popolazione è stata recensita grazie ad una missione scientifica battezzata REMMOA: i ricercatori hanno sottolineato tassi di presenza elevati di alcuni tipi di balene, di tartarughe marine e squali.

Inoltre, il fenomeno distruttivo dell’alterazione dei coralli noto come sbiancamento, in Nuova Caledonia risulta particolarmente limitato. «Una delle spiegazioni – ha aggiunto una ricercatrice – è probabilmente legata al fatto che le variazioni di temperatura a livello locale sono abbastanza elevate. Si passa dai 22 ai 28 gradi centigradi, il che ha reso i coralli più resistenti». 

 
Foto: di JJ Harrison (Wikimedia Commons)