Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Greenpeace scarica 5 tonnellate di carbone davanti all’Eliseo

Un gruppo di attivisti ha inscenato la protesta questa mattina, poco prima delle 7, a poche ore da un summit franco-tedesco.

 

L’associazione ambientalista Greenpeace ha scaricato questa mattina cinque tonnellate di carbone davanti all’Eliseo , sede della presidenza della repubblica francese. La protesta è andata in scena poco prima delle 7, a poche ore dal Consiglio dei ministri franco-tedesco. L’obiettivo dichiarato dagli attivisti è di attirare l’attenzione sulla necessità di far sì che le energie rinnovabili costituiscano il 45% del totale delle fonti, in Europa, entro il 2030.  

Per questo la scelta di riversare il carbone, simbolo di una delle fonti fossili più dannose per l’ambiente e la salute dei cittadini. Ma i militanti hanno chiesto anche di pianificare lo stop all’energia nucleare, indirizzando una lettera direttamente ad Angela Merkel e François Hollande

La richiesta di Greenpeace è ben più ambiziosa rispetto alle indicazioni della Commissione europea , che ha fissato l’asticella al 27% per quanto riguarda le rinnovabili (assieme ad un abbassamento delle emissioni di gas a effetto serra del 40%, e ad un risparmio energetico del 25%).

Foto:  Greenpeace / Pierre Baelen