L’Australia crea la più grande rete di riserve marine del mondo

Da questa mattina il progetto è ufficialmente in funzione, e consente di proteggere un'area di 2, 3 milioni di chilometri quadrati.

La più grande rete di riserve marine del mondo è attiva da questa mattina in Australia. Si tratta di un sistema di protezione che si estende complessivamente per circa 2, 3 milioni di chilometri quadrati attorno all’isola, e che è stato istituito nonostante la ferma opposizione del settore della pesca (che ha paventato perdite di posti di lavoro e difficoltà per le comunità costiere). Della rete fanno parte sei regioni marine, che permettono in particolare di proteggere la balena blu, la tartaruga verde, ed altre specie a rischio. 

Il progetto, ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Tony Burke, è stato realizzato anche grazie ai circa 80 mila contributi che sono stati raccolti nel corso di una vasta consultazione pubblica. Il membro del governo ha anche ricordato che pochi Paesi al mondo presentano un’area costiera così ampia come quella australiana, e che dal momento che una quota non indifferente di oceano è minacciata, saranno avviate altre azioni di difesa (tra cui la creazione di parchi naturali marini).