La Nasa: nell’ultimo decennio riscaldamento globale da record

Secondo l'Istituto Goddard per gli Studi spaziali, otto dei nove anni più caldi di sempre sono stati registrati dopo il 2000.

Otto dei nove anni più caldi della storia del Pianeta – o per lo meno da quando le temperature vengono registrate ufficialmente, ovvero dal 1880 – sono stati segnalati dopo il 2000. Ad indicarlo è l’Istituto Goddard per gli studi spaziali della Nasa, che specifica come nel 2012 (anno che risulta nono nella classifica) è stata registrata una temperatura media globale di 14, 6 gradi Celsius, ovvero 0, 6 gradi in più rispetto alla metà del ventesimo secolo.

A partire dal 1880 l’innalzamento sfiora ormai il grado (+0, 8 gradi), con il 2005 ed il 2010 anni dei record. «Preso singolarmente, il dato relativo ad un anno specifico non è particolarmente significativo – ha spiegato il climatologo Gavin Schmidt, intervistato dall’agenzia AFP -. Ciò che conta è il fatto che lo scorso decennio sia stato più caldo rispetto ai precedenti». 

La ragione del surriscaldamento è nota: è il quantitativo di CO2 che continuiamo ad emettere nell’atmosfera a produrre lo scarto nelle temperature. Nel 1880, infatti, la concentrazione di biossido di carbonio nell’aria era di 285 parti per milione, salite a 315 nel 1960 e arrivate oggi a quota 390.