Questo articolo è stato pubblicato oltre 6 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Lego investe 134 milioni di euro per abbandonare la plastica

L'azienda danese ha annunciato l'apertura di un centro di ricerca per individuare un materiale alternativo alla plastica.

  Il gruppo danese Lego ha annunciato un investimento pari ad un miliardi di corone (circa 134 milioni di euro ) finalizzato «alla ricerca, allo sviluppo e alla produzione di una nuova materia prima sostenibile». Addio dunque alla plastica come l’abbiamo conosciuta finora: i mattoncini colorati potrebbero essere costituiti, in futuro, da composti più rispettosi dell’ambiente. L’azienda scandinava ha spiegato in un comunicato pubblicato nei giorni scorsi che l’obiettivo è di «ridurre l’impronta ecologica e sociale , con particolare riferimento all’utilizzo delle energie fossili». Ma l’attenzione della Lega sarà aumentata anche, prosegue la nota, «sui diritti umani» e, più in generale, sulla questione del cambiamento climatico .  

Per raggiungere tale scopo il gruppo ha pianificato la creazione di un Lego Sustainable Materials Centre, per il quale è prevista l’assunzione di oltre 100 persone. Quando i pezzi della casa danese saranno prodotti grazie a materiali eco-compatibili, si otterrà un notevole risparmio in termini ambientali, se si tiene conto del fatto che l’azienda ha sfornato, soltanto nel 2014, 60 miliardi di mattoncini di plastica. 

Foto: Wikimedia Commons,  Срђан Весић~commonswiki