Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

L’immensa faglia che squarcia l’Antartico

Una ferita immensa, lunga 110 chilometri, profonda 530 metri e larga 90. Una faglia preoccupante e inaspettata, per gli scienziati, corre lungo la piattaforma glaciale Larsen C, in ...

Un iceberg visto dall'alto ©NSF/Josh Landis

Una ferita immensa, lunga 110 chilometri, profonda 530 metri e larga 90. Una faglia preoccupante e inaspettata, per gli scienziati, corre lungo la piattaforma glaciale Larsen C, in Antartico. A diffondere la fotografia, stupefacente, è stata la Nasa. Lo scatto risale allo scorso 10 novembre: “La faglia ha uno spessore pari a quello dell’intera piattaforma glaciale, anche se non la attraversa ancora completamente”, ha spiegato l’agenzia spaziale degli Stati Uniti.

 

Ma cosa accadrà quando la lunghezza dello squarcio raggiungerà l’altra estremità della piattaforma? “Si produrrà un iceberg gigantesco, la cui superficie sarà all’incirca quella dello Stato americano del Delaware”. Il distacco, secondo i calcoli della Nasa, potrebbe prodursi nel corso dei prossimi decenni. Si tratterà a qual punto del più grande iceberg mai osservato nel millennio in corso, e del terzo più grande blocco di acqua dolce mai individuato nella storia.