Norvegia, il fondo sovrano sarà (leggermente) più verde

Il governo chiede un aumento degli investimenti "ecologici", ma non propone dei livelli minimi, come chiesto dalle associazioni ambientaliste. Cambiamenti possibili anche per le esclusioni ...

  La Norvegia , uno dei principali produttori di idrocarburi del mondo, ha proposto nel corso del weekend di rendere più ecologico il proprio fondo sovrano . Nel suo Libro Bianco annuale sulla gestione del gigantesco strumento finanziario (il cui valore è ad oggi pari a 623, 5 miliardi di euro ), il governo scandinavo ha chiesto infatti una serie di modifiche in materia di etica .  

Va detto, tuttavia, che non si tratta della svolta chiesta dai difensori dell’ambiente. La presidente della divisione locale del WWF Nina Jensen, riferisce l’agenzia AFP, ha parlato infatti di promesse tradite da parte dei due partiti al governo: la destra populista e i conservatori. L’associazione reclamava infatti un allargamento del mandato del fondo, al fine di consentire a quest’ultimo di investire non meno del 5% del proprio valore nelle infrastrutture legate al solare e all’eolico. Il governo concederà un aumento degli investimenti “ecologici”, ma non ha voluto fissare dei minimi per le energie rinnovabili

Ancora, Oslo ha deciso che le scelte in termini di esclusione delle aziende dall’universo di investimento dovranno essere assunte dalla Banca di Norvegia. Secondo la Jensen, si tratta di un cambiamento positivo, dal momento che in questo modo il fondo parlerà ad una sola voce all’estero. Tuttavia, la numero uno del WWF norvegese non è convinta che il testo possa essere adottato facilmente dal parlamento, dal momento che numerosi deputati preferirebbero mantenere l’attuale architettura decisionale, che prevede che le esclusioni siano assunte da un consiglio etico indipendente