Parigi, la Cop 21 ci sarà. Dubbi sulla Marcia per il Clima

A tre giorni dai terribili attentati di Parigi, il primo ministro Manuel Valls si è pronunciato anche in merito alla Cop 21, la Conferenza mondiale sul clima ...

Logo della Conference of the parties sul clima (Cop21) organizzata dalle Nazioni unite a Parigi nel dicembre 2015

A tre giorni dai terribili attentati di Parigi, il primo ministro Manuel Valls si è pronunciato anche in merito alla Cop 21, la Conferenza mondiale sul clima che si terrà nella capitale francese a partire dal prossimo 30 novembre. In un’intervista rilasciata all’emittente RTL, il capo del governo ha spiegato che l’evento «sarà ridotto ai soli negoziati», e che «i concerti e le manifestazioni connesse saranno senza alcun dubbio annullati».

 

cop21 clima

 

Se, dunque, l’evento avrà luogo, saranno adottate numerose restrizioni, nonché un imponente aumento delle misure di sicurezza, come annunciato già nelle ore scorse dalle autorità transalpine. «Tutti i capi di Stato e di governo del pianeta saranno qui e porteranno un messaggio di sostegno e solidarietà alla Francia. Nessuno ci ha chiesto di rimandare la conferenza. Credo che ciò significherebbe arrendersi di fronte al terrorismo».

 

Ci si chiede, tuttavia, che ne sarà della grande Marcia per il Clima, annunciata per il 29 novembre, alla vigilia del summit. Valls ha spiegato che «una riunione è in corso in queste ore», aggiungendo che «nulla che possa mettere in pericolo le persone dovrà essere fatto», anche perché, ha spiegato, «le forze dell’ordine dovranno potersi concentrare sull’essenziale».