Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

New York, incendio in una centrale nucleare

Il rogo è divampato a causa di un malfunzionamento. Secondo le autorità americane non ci sono state fughe radioattive.

  Un incendio è divampato sabato nella centrale nucleare americana di Indian Point, situata ad una cinquantina di chilometri dal centro di New York , provocando l’arresto automatico di uno dei due reattori . Ad annunciarlo è stato un portavoce del sito atomico, che ha specificato che non è stata rilevata alcuna fuga radioattiva. Il governatore Andrew Cuomo si è in ogni caso recato sul posto: «Si tratta di una situazione relativamente poco importante, ma quando si tratta di centrali nucleari, non esistono problemi realmente poco importanti».  

Il rogo si è sviluppato a causa del malfunzionamento di un trasformatore elettrico: un difetto la cui ragione non è stata precisata. Le fiamme, sempre secondo quanto riportato dal portavoce della centrale, sarebbero state domate in pochi minuti grazie ai sistemi antincendio automatici e all’intervento del personale. Parte dell’acqua utilizzata e della schiuma degli estintori si è riversata nel fiume Hudson, che costituisce la fonte di approvvigionamento idrico per il raffreddamento dei reattori. «È improbabile che ciò costituisca un problema per l’ambiente, ma i nostri esperti sono intervenuti e delle squadre specializzate si stanno occupando della questione», hanno aggiunto i responsabili della centrale.