Ambiente

Cop 21, l’Indonesia: «CO2 -29% entro il 2030»

L’Indonesia, uno dei Paesi che disperde nell’atmosfera importanti quantità di gas ad effetto serra, ha annunciato che adotterà una serie di misure al ...

Di Andrea Barolini
63 anni di cambiamenti climatici. La crescita inarrestabile della temperatura media globale © Nasa

L’Indonesia, uno dei Paesi che disperde nell’atmosfera importanti quantità di gas ad effetto serra, ha annunciato che adotterà una serie di misure al fine di ridurre le proprie emissioni di CO2 del 29% di qui al 2030. Si tratta di un impegno più ampio rispetto a quelli che il governo di Giacarta aveva annunciato in occasioni precedenti, ma che prevede una scadenza più lontana nel tempo. In passato si era fissato infatti un -26% da raggiungere nel 2020, rispetto ai livelli del 2010.

 

63_years_of_climate_change_by_NASA
63 anni di cambiamenti climatici ©Nasa

 

A confermare l’impegno della nazione asiatica, in vista della Conferenza mondiale sul Clima (Cop 21) che si terrà nel prossimo mese di dicembre a Parigi, è stato ieri il ministro dell’Ambiente e delle Foreste, Siti Nurbaya Bakar, secondo quanto riferito dall’agenzia AFP. Il membro del governo indonesiano, tuttavia, non ha comunicato dettagli sui metodi che saranno utilizzati per ottenere i risultati prefissati: essi dovrebbero essere svelati nella seconda metà del mese di settembre, quando l’annuncio della riduzione della CO2 sarà effettuato in modo ufficiale.

L’Indonesia è il primo produttore mondiale di olio di palma, e sul suo territorio sono state effettuate ampie opere di deforestazione e degradazione del suolo. Al contempo, però, l’arcipelago – che conta circa 17 mila isole – è particolarmente esposto ai cambiamenti climatici.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile