Ambiente

Traffico, la Francia impone un bollino a tutte le auto

Dei piccoli adesivi rotondi da applicare sul parabrezza delle automobili saranno obbligatori per circolare in alcune città della Francia (Parigi compresa) a partire da gennaio. ...

Di Andrea Barolini
I bollini introdotti in Francia per lottare contro l'inquinamento prodotto dalle auto
I bollini introdotti in Francia per lottare contro l'inquinamento prodotto dalle auto
I bollini introdotti in Francia per lottare contro l’inquinamento prodotto dalle auto

Dei piccoli adesivi rotondi da applicare sul parabrezza delle automobili saranno obbligatori per circolare in alcune città della Francia (Parigi compresa) a partire da gennaio. Il sistema, battezzato “Crit’Air” consentirà di individuare facilmente i veicoli più inquinanti. I cittadini dovranno infatti indicare la propria targa alle autorità, attraverso un sito internet: a quel punto, sulla base di alcuni criteri, verrà attribuito un punteggio. Si parte dallo zero (bollino verde) per le auto elettriche o a idrogeno, e si arriva fino al numero cinque (per i diesel euro 2 immatricolati tra il 1997 e il 2000). In questo modo, sarà possibile effettuare più facilmente i controlli da parte delle forze dell’ordine nei casi di blocchi della circolazione.

 

Ad oggi sono già quasi un milione i bollini richiesti: oltre 700mila dai privati e più di 250mila dalle imprese, secondo le cifre rese note dal ministero dell’Ambiente.  La prima città ad utilizzarli concretamente è stata Grenoble, nella regione Rhône-Alpes, in occasione di un picco di inquinamento verificatosi nel corso del mese di dicembre. In questo caso si è trattato solo di un test, dal momento che gli automobilisti ancora sprovvisti dell’adesivo non sono stati multati, bensì indirizzati dalla polizia municipale sul sito internet dedicato al sistema. Le sanzioni saranno comminate invece a tutti a partire dal 2017.

 

A Parigi, in particolare, la norma entrerà in vigore il 16 gennaio: a partire da quel momento, nella capitale transalpina potranno circolare solamente le auto dotate dell’adesivo. Il che, secondo il sindaco Anne Hidalgo, consentirà di ridurre il traffico cittadino in modo permanente. Le vetture più inquinanti, infatti, saranno considerate “non classificate”, e dunque prive di bollino. Il che significa che per loro sarà impossibile entrare nella metropoli nei giorni lavorativi dalle 8 alle 20.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile